Come diventare fotografo professionista: il percorso formativo da seguire

Le professioni creative hanno bisogno di talento e ovviamente di quel guizzo artistico che può fare la differenza ma questo lato non basta: è fondamentale seguire corsi specifici che possono fornire le competenze tecniche e gli approfondimenti necessari per svolgere una determinata mansione. Ti stai chiedendo come diventare fotografo professionista? In questo articolo ti sveliamo tutto ciò che devi sapere sul percorso formativo da seguire.

Corso per diventare fotografo professionista

Senti un forte legame con la macchina fotografica? Credi che la fotografia sia una forma d’arte? Tutti si complimentano per gli scatti che hai? Quando vedi un luogo o una persona non riesci a resistere dal cogliere il suo lato migliore? Probabilmente hai un talento fotografico da coltivare; per fare in modo che possa diventare il tuo lavoro devi seguire un corso per professionisti.

Se cerchi un corso per diventare fotografo professionista devi sapere che c’è una possibilità presso l’istituto Italiano di Fotografia. L’ente di formazione specializzato, opera sul territorio di Milano e ha 30 anni di esperienza. Con un’offerta formativa completa, offre massima disponibilità e personalizzazione dei percorsi grazie a tantissimi corsi ad hoc: si trovano workshop, summer session, programmi da weekend, corsi per bambini e ragazzi ma anche percorsi formativi completi sia diurni che serali.

Il più completo? Sicuramente è quello del Corso Professionale Biennale di Fotografia; in due anni si vanno a formare in modo completo i fotografi professionisti che potranno ottenere tutte le competenze tecniche necessarie, riusciranno a padroneggiare i materiali e il linguaggio tecnico oltre a trovare la propria nicchia. Marcia in più? Nei percorsi formativi si trovano anche possibilità come quelle di partecipare a progetti fotografici commerciali.

Fotografo professionista: i segreti per avere successo

In primis non può certamente mancare la formazione; studiare e informarti seguendo corsi specifici è la scelta migliore. Da autodidatta potresti sviluppare lacune o addirittura errori che nel tempo potrebbero pesare. Il secondo punto per diventare fotografo professionista è quello di investire nell’attrezzatura: sì, sui social c’è chi dice di stampare con macchinette economiche o chi addirittura usa lo smartphone ma un fotografo di professione che desidera avere successo deve avere attrezzatura professionale.

Oltre alla macchina e agli strumenti, è importante investire nei software: la post produzione fa parte del lavoro fotografico, con corsi professionali specifici imparerai anche questo ma inizierai a capire come scattare limitando gli interventi con LightRoom o Photoshop.

È importante poi riuscire a trovare una nicchia: le persone ora si rivolgono a professionisti specializzati; ritrattisti, fotografi di newborn, esperti di fotografia matrimoniale e ancora fotografia di personal branding o immobiliarista e così via. Devi trovare uno spazio di mercato in cui riuscirai a competere e in cui il tuo talento riuscirà a risplendere.

Terminati i corsi e capita la direzione da prendere inizia il tuo percorso affiancandoti ad un professionista più esperto, in questo modo potrai iniziare a lavorare, farti le ossa e farti conoscere. Apri la partita iva e mettiti in proprio successivamente, così avrai tutti gli strumenti (anche organizzativi) per gestire agenda e lavori.

Un consiglio che possiamo darti è anche di investire sul tuo personal branding: capiamo che all’inizio sia costoso investire ma avere un sito web e un buon seguito social può fare la differenza nell’aiutarti a trovare nuovi clienti. Cerca quindi di iniziare a farti vedere già da prima dell’avvio dell’attività, trova il tuo stile e mostra il tuo miglioramento.

Vuoi diventare fotografo? Devi sapere che l’orario di lavoro non ha mai a che vedere con quello classico di un impiegato o di un negozio; soprattutto chi segue eventi o cerimonie o viaggi può trovarsi a svegliarsi all’alba, oppure ad andare a dormire molto tardi. Spesso le ore di lavoro sono numerose nella stessa giornata e talvolta si aggiungono anche quelle di trasferta. Insomma, è un lavoro creativo ma anche impegnativo. Se vuoi davvero intraprendere questa strada rivolgiti solo ai migliori per la tua formazione.

Leave a Reply

Your email address will not be published.