Costellazioni familiari e costellazioni quantiche, la ricerca del benessere

Una delle cose a cui ambiamo maggiormente, come esseri umani, è il benessere, la serenità, l’equilibrio interiore. Questo, però non è un traguardo facilmente raggiungibile, soprattutto di questi tempi. Molti vivono anche la situazione della pandemia con ansia e stress eccessivi, alcuni hanno sovrapposto questa situazione di grande angoscia e disagio ad altre precedenti. L’utilizzo delle costellazioni familiari e delle costellazioni quantiche può essere di grande aiuto e qui vediamo, appunto, di cosa si tratta.

Costellazioni familiari, cosa sono

Molti hanno già sentito parlare delle costellazioni familiari, tuttavia, non per tutti è chiaro cosa siano. Costellazioni familiari, costellazioni quantiche, sono un tipo di approccio che potremmo definire terapeutico, finalizzato a sciogliere quei nodi, quelle dinamiche che sono nascoste dentro di noi e che, inconsciamente, abbiamo assorbito dalla nostra famiglia.

Questa teorizzazione appartiene a Bert Hellinger, uno psicologo tedesco che negli anni ’80 ha studiato e lavorato con diversi nuclei familiari per oltre 50 anni. Quello che ne dedusse fu che molte persone, inconsciamente, assumevano dei modelli familiari che ne condizionavano il comportamento.

Ansia, rabbia, sensi di colpa, depressione, perfino alcolismo e malattie sarebbero fatte “proprie” attingendole da un destino comune familiare. In poche parole, portiamo, secondo questa teoria, dei pesi che non sono nostri personali, ma che appartengono a tutta la famiglia.

Se nella famiglia vi è stata una perdita, un membro delle generazioni future può ripeterne il destino, solo riconoscendo e onorando tali destini si può ristabilire l’ordine. Il singolo, quindi, non è da vedersi come un’entità a sé, ma come parte integrante di un sistema, la famiglia.

La costellazione familiare lavora per cercare di rompere questi schemi, questi modelli inconsci per poter trovare uno stato di benessere e di vivere in armonia con se stessi e con gli altri. Normalmente, durante una sessione, che si svolge in gruppo tra persone che non si conoscono fra di loro o che comunque non fanno parte della famiglia, si fa una sorta di “gioco” di ruolo.

La persona che deve risolvere il proprio problema, o anche il terapeuta stesso, possono andare a scegliere tra i partecipanti coloro che possano rappresentare i membri della famiglia e chi prenderà il ruolo di sé stesso per dare vita a una determinata dinamica familiare da esaminare. Si cerca quindi, anche posizionando a livello spaziale dentro la stanza, basandosi sulle relazioni sentimentali dei membri familiari, di creare un modello vivente di quella determinata famiglia.

Nessuno dei membri della costellazione conosce i veri sentimenti della persona che deve risolvere il suo problema. C’è un campo energetico che guida i movimenti di chi attua la rappresentazione. Il fenomeno viene spiegato con i campi morfogenetici, ovvero, con quel senso di connessione.

Osservare quindi le dinamiche dall’esterno, consente di individuare quegli atteggiamenti consci e inconsci che dominano la vita della persona. In questo modo si può iniziare a lavorare e mettere fine al comportamento negativo.

Le costellazioni quantiche

Le costellazioni quantiche non sono molto diverse dalle costellazioni familiari perché anch’esse operano sul medesimo campo morfogenetico e in quello delle frequenze vibrazionali che ciascun individuo possiede fin dalla nascita. Anche le costellazioni quantiche operano sull’albero familiare, ma basandosi sulla fisica quantistica poiché ogni cosa che viene osservata può essere cambiata, quindi l’osservatore può cambiare ciò che osserva.

Le costellazioni quantiche ci aiutano a comprendere la nostra vita e a vedere la realtà in modo diretto. In queste costellazioni si utilizza una particolare tecnica: i ruoli vengono predeterminati da Mariella, Dario o i costellatori certificati che hanno ascoltato la problematica della persona che ha richiesto aiuto.

Possono essere chiamate ad interagire anche altre persone con altri ruoli, ma la cosa fondamentale è che nessuno è a conoscenza del ruolo che hanno gli altri. In questo modo l’energia quantica fa il suo lavoro e a fine seduta, quando avviene la riconciliazione tra i ruoli, questi verranno svelati, aprendo le resistenze ai blocchi.

Accademia delle costellazioni quantiche

Mariella Calcagno è la fondatrice e l’ideatrice delle costellazioni quantiche. Ha creato la scuola dopo diversi anni nella formazione in qualità di coach e formatore aziendale. La sua formazione personale, in parte, ha seguito quello che era il suo intuito, attraverso il confronto con insegnanti e amici di ogni livello di formazione.

Su costellazioniquantiche.it trovi numerosi altri approfondimenti e tutti i contatti per richiedere consulenza o per formarti.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *